blu miraorti

Cosa può contenere un orto?/2

Bonifica sperimentale degli orti spontanei (o abusivi, secondo un accezione più negativa) di Mirafiori sud.

La bonifica dell’orto di Elvira.

Non solo nella conduzione, ma anche nel metodo di smaltimento dei rifiuti, quest’anno abbiamo provato una nuova via. Invece di chiamare l’AMIAT per il ritiro dei materiali ingombranti non riciclabili, li abbiamo conferiti noi stessi nell’ecocentro di via Zino Zini facendo diversi viaggi con camioncini avuti in prestito gratuito da conoscenti che sostengono la causa. Abbiamo fatto 5 viaggi, siamo diventati quasi amici con gli operatori dell’ecocentro e abbiamo risparmiato 400,00€ (questo era stato il costo dell’AMIAT nel 2010 per il ritiro in loco del materiale ingombrante non riciclabile dell’orto collettivo).

Cosa può contenere un orto? O meglio cosa conteneva l’orto di Elvira?

Ecco la lista:
1 autoradio, 1 scopa, 80 bottiglie di plastica, 2 paia di stivali, 1 paio di zoccoli, 1 accetta, 1 bombola spray di insetticida, 1 catena d’oro finto, 2 tende in plastica della doccia, 16 gruccie, 2 bombolette di Autan, 1 velo da sposa, vari sacchi, vari giornali, 5 tute da lavoro (Self e Magneti Marelli), 1 scatola di latta, semi di girasole, 1 pacchetto di fazzoletti, 7 spruzzini, 1 calendario della “Gioventù Ardente Mariana” 2010, 1 cucchiaino, 1 tazza, 1 paio di guanti, 2 bacinelle di cui una rotta, 10 tende da balcone di stoffa verde, 1 secchiello pieno di ferramenta varia, 1 tavolino in plastica, 1 cestino, 7 recipienti in plastica, 8 mattoni, 12 contenitori in polistirolo, medicine per diabetici di marca tedesca, 1 paio di pantaloncini, 1 armadietto da bagno, 1 barattolo di zucchero, 1 guscio per la sorpresa dell’uovo di pasqua contenente semi, 1 spazzola per le scarpe, 1 bastone da passeggio, 7 sacchi delle poste italiane per posta inesitata, 1 paio di jeans, cartavetro, 1 secchiello in plastica per bambini, 1 ombrello, 1 polo, 1 t-shirt, 1 cappello con visiera, 1 telefono cordless con la sua base, 1 cappello con visiera da bambino, 1 bicchiere in vetro rotto, 2 cucchiai, 1 vassoio in legno, 1 tanica di acqua distillata, 1 paio di scarpe da ginnastica, 2 guide telefoniche Pagine Bianche, 1 pompa per la bicicletta, 1 piatto di ceramica Ikea, sacchetti Lidl, 1 pantaloncino corto di jeans, 9 stracci, 1 pacco di tovaglioli di carta, una dozzina di piatti in plastica, 2 asciugamani da cucina, 20 fra CD e DVD senza custodia (tra i titoli: The Mask, Enciclopedia Omnia, The Tenors, Burt Bacharach, Gustav Mahler, Pagine Gialle, 1 programma di fotoritocco), 1 divano a 2 posti, 1 copridivano, 1 cuscino, 4 tappeti auto, 17 tapparelle di plastica e in legno, 8 paia di sci, svariati mq di telo in pvc per agricoltura per un totale di 9 sacchi neri, circa 20 m lineari di battiscopa in plastica, 2 sedie da casa, 2 sedie da ufficio, barattoli di sementi, 1 libro di Giovanni Bogliolo, Giovanna d’Arco, Fabbri Editore, 1 pinzatrice, 1 presa per il telefono, 1 straccio per pavimenti, 1 cornice, 1 tubo di scarico per lavapiatti, 2 rulli per dipingere, 1 contenitore peri rifiuti organici, 2 ombrelli, un gradino di legno e linoleum, 1 auto giocattolo telecomandata, 1 mq di coibentazione per edilizia in polistirolo, 1 cassetto portaverdure del frigorifero, diversi vasetti per lo yogurt vuoti, 1 tovaglia, 1 telacerata, cinghie per le tapparelle, 1 salino, 1 bidet, vasi da giardino in plastica e terracotta, fioriere, 1 portavasi angolare in ferro battuto, 1 lampadario in ottone, alveolari per le semine, 3 m di tubo poroso per impianti di irrigazione, 5 m di catena in plastica da cantiere,  1 frigo dei gelati a pozzetto Cecchi, 6 ante di armadi neobarocchi, varie decine di tubi in materiale plastico di diverso tipo, 11 m di grondaie, vari metri di pali in legno, 23 m di tondino in ferro, 7 assi di alluminio, 4 teglie da forno, 4 griglie in ferro per il barbecue, 2 piani del frigorifero, circa un quintale di scarti di produzione di pneumatici (fasce strette e lunghe), 2 sedie da giardino, 13 secchi in plastica da vernice grandi vuoti, 5 secchi in plastica da vernice piccoli pieni, 1 latta di olio di palma da 20 l piena, 1 bidone in plastica Dixan, 1 imbuto, 2 taniche per benzina da 20 litri di cui una della Mercedes, 1 spazzolone, 1 skateboard, 10 manici per scope in legno e metallo, 30 tra bottiglie e barattoli in vetro, 1 carrello della spesa,1 sedia a draio da giardino, 2 latte di metallo per olio vuote, 1 tombino in ghisa, 1 carriola in ferro, struttura in metallo di una sedia, 1 tavolo, 1 sedia da bambino in plastica, 1 acquario (vuoto), lamiere e onduline di lamiera di vari formati per una superficie totale di 40 mq, 1 ratto morto, 2 padelle, picchetti in ferro, 5 scolapiatti in ferro, giunti per tubi innocenti, 3 giunti da grondaia, parti di scaffali metallici, svariati metri di fil di ferro normale e rivestito in plastica,  1 WC, svariati metri di filo elettrico con e senza rame, 1 retro di elettrodomestico non meglio identificato marca Indesit, rete metallica, 2 reti da materasso, 1 porta ombrellone, 1 ombrellone Algida, diverse decine di canne di arundo, 1 sedia da ufficio girevole su rotelle, 1 bidone in ferro grande, 4 sedie da cucina, 7 battenti di finestre con vetro, 2 portoncini in legno di cui uno blindato, 1 paio di scarpe in cuoio nero da uomo, 1 asta con ganci da macelleria, 3 coppe in plastica, 4 metri di tubo corrugato da impianti, 3 guanti, 1 berretto, 4 cestini in vimini, 1 frigo da camion, 4 calendari (2006, 2007, 2x 2008), 1 pettine, 4 portatovaglioli in plastica, 1 credenza impialliciata, 1 profumo “Danilo pour homme”, 1 bilancia pesapersone elettronica, 1 armadietto, 18 attrezzi senza manico (5 pale, 3 forconi, 5 zappe, 3 falcetti, 2 scope), 2 scale, 2 annaffiatoi, 2 bidoni da cucina per la spazzatura, 1 carrello per la spesa in vimini, 1 mq di ondulina in vetroresina, 3 zappe, 1 piccone, 1 forca, 2 zappette, 1 forcone, 1 finestrino di una macchina, 1 triciclo per bambini, 1 rastrello, 5 pentole, 4 strutture di sedie in ferro, 1/2 mc di macerie, 2 mc di piastrelle, 2 tubi in eternit alti 120 cm, 1 porta carta igenica, 1 portasapone, 2 rulli avvolgibili per tapparelle.

Per chi volesse approfondire o fare un confronto con un altro caso campione, qui trovate la lista del materiale contenuto nell’orto che è diventato poi l’orto collettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *