7

Ricominciamo a coltivare nelle scuole

Nel mese di novembre abbiamo ricominciato il lavoro nelle scuole elementari. Dopo il grande successo del primo anno con miraorti le classi sono raddoppiate. Per l’Istituto Comprensivo Salvemini quest’anno ci sono 7 classi in succursale (2 prime, 2 seconde, 2 terze, 1 quarta), 2 classi nelle sede (1 prima e 1 seconda) e tutti i bimbi della Scuola Materna Ventre. Da questo mese poi si aggiungerà anche l’Istituto Comprensivo Cairoli, ma del lavoro con questa scuola vi racconteremo più avanti.

Rispetto all’anno scorso, quando il lavoro di didattica era autofinanziato dal progetto, quest’anno c’è stato un contributo della Circoscrizione 10 che ha reso le cose più facili permettendo di coprire parte dei costi e di acquistare materiale per le scuole che resterà di loro proprietà in modo che potranno andare a lavorare nell’orto anche in nostra assenza.
Altra novità è che quest’anno a parlarci delle attività con le scuole non sarà più Marie, tornata ai suoi studi a Lione, ma Luca Riccati.

Luca ci racconta l’attività di novembre:

Ricominciamo a coltivare nelle scuole

Ricominciamo a coltivare nelle scuole 12 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 10 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 11

Dopo un’intera estate passata tra vacanze, giochi, svaghi e forse compiti, i bambini sono ritornati a scuola. E gli orti? Gli orti che avevano coltivato fino a giugno sono rimasti lì, in attesa del loro ritorno, sopravvissuti grazie ai benevoli sforzi di qualche custode, bidella, maestra o genitore, che non hanno mai fatto mancare cure e acqua alle piante di pomodoro o zucchina, ai fiori di tagete o cappuccina.
Il cambio di stagione però, con i primi freddi, il diminuire delle ore di sole e le intense piogge, ha indotto le poche piante rimaste a smettere di crescere, concentrandosi nella produzione dei semi prima del lungo freddo inverno. Quando con i bambini ci si è recati a vedere i cassoni, abbiamo trovato molte piante secche, gli ultimi pomodori rimasti, ancora verdi, qualche sparuto fiore e soprattutto molti semi da raccogliere per la prossima primavera.

Ricominciamo a coltivare nelle scuole 55 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 5 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 50 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 51 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 70 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 54 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 52 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 13 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 69 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 69

Per prima cosa si sono guardate e riconosciute le piante: i peperoni, i pomodori, i tagete, le cappuccine, il basilico, qualche sopravvissuta insalatina e soprattutto fragole, piccole e resistenti, cresciute un po’ dappertutto e alcune con piccolissimi fruttini verdi, quasi pensassero, ingannate da un autunno insolitamente mite, di essere in vista dell’estate! E il prezzemolo, il timo, l’origano, molte piante aromatiche sono sopravvissute: le abbiamo annusate, riconosciute, e trapiantate nella zona centrale dei cassoni a loro destinata.

Ricominciamo a coltivare nelle scuole 36 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 29 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 31 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 30 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 35 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 32 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 34

Quindi si sono tolte tutte le piante morte o che avevano ormai finito di produrre, buttandole nel compost. Anche tutte le erbacce e le foglie secche in giro per il giardino sono state gettate nel cassone in cui presto maturerà terriccio fresco per le nuove piante degli orti.

Ricominciamo a coltivare nelle scuole 66 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 68 Ricominciamo a coltivare nelle scuole  63 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 20 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 19 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 21 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 77 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 16 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 15 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 17 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 18 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 37 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 56

E cosa sarà mai quella specie di enorme doccia?? Un girasole gigante, ormai secco, con un grosso fiore carico di semi, è rimasto lì, a vegliare sugli orti, ma ora è tempo di tagliarlo e gettarlo nel compost, raccogliendo prima, tutti i semi che ci regaleranno decine di altri girasoli il prossimo anno. Quanti saranno i semi contenuti in un fiore di girasole? Proveremo a contarli, ma prima, tutti i bambini dovranno cercare di indovinare: 100, 3, 1387, 1000000, 3541, …? A gennaio scopriremo il fortunato vincitore della lotteria del girasole! Quale sarà il premio??

Ricominciamo a coltivare nelle scuole 42 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 41 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 22 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 7 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 85 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 88 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 46 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 87 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 8 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 45 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 86 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 64 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 62 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 24 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 60 Ricominciamo a coltivare nelle scuole 23

Finita tutta la pulizia dalle piante si è passati al terreno, che doveva essere smosso e livellato, e per farlo ci si è aiutati con le palettine che i bambini amano tanto usare, anche se qualcuno pensava di doversi costruire una tana…!
Ricordando quello che si era detto in classe prima di uscire fuori, Stefano, Luca, Magda e Clara hanno distribuito i semi di fave e piselli, e i bulbi di cipolle e aglio e narciso: ricordate la differenza che c’è tra un seme e un bulbo? Come si pianta un bulbo? È bastato paragonare la base del bulbo a un sedere e la parte con il germoglio alla testa, e subito i bambini hanno capito che il bulbo deve essere messo con la testa all’insù!

Ora bisogna aspettare che il gelo arrivi, la neve cada, i semi e i bulbi riposino tranquilli e con i primi tepori primaverili tutto comincerà a spuntare e allora anche noi ricominceremo le attività all’orto.
Ci vediamo a febbraio!

Ricominciamo a coltivare nelle scuole 76

Su Flickr trovate l’album delle foto completo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *