78

Parc de Lilas

Referenze estere, Vitry-sur-Seine in Île de France.

Foto Bruno Rollet 3

Il Parc de Lilas è sicuramente la referenza francese più importante in ambito di parchi agricoli. Un modello per quanto riguarda la gestione, la varietà di usi e funzioni che riesce ad accogliere al suo interno. Uno degli aspetti più riusciti è il trattamento dei limiti e la segnalatica, che grazie alla grande chiarezza, leggibilità e coerenza riescono a dare unità ad un parco frammentato, attraversato da strade, composto da più settori che si sono annessi progressivamente al parco.

Parc de Lilas 9

Il parco ha un estensione di 98 ettari, questa vasta area è rimasta inedificata per via del rischio di sprofondamento del terreno dovuto alla presenza di cave sotterranee di gesso rimaste attive sino agli anni ‘30. In superficie il terreno ospitava invece serre per la forzatura dei lillà, pratica abbandonata negli anni ‘50 per la concorrenza olandese e per la tecnica altamente inquinante. In seguito l’area è rimasta abbandonata (e in parte occupata da orti spontanei) sino al 1994 quando viene trasformata nel Parc départemental de Lilas con l’intenzione di creare un grande spazio ricreativo e produttivo. Il parco nasce col fine di preservare, mettere in valore e creare delle attività produttive tradizionali legate al lavoro della terra. La trasformazione ad oggi non è ancora completata, circa 50 ettari sono stati riqualificati e aperti al pubblico, attraverso una trasformazione graduale, per lotti. È un luogo di sperimentazione dove grandi campi di cerali si alternano a orti urbani, coltivazioni di ortaggi gestite da associazioni, vivai e diverse collezioni (dalie, meli, lilla, rose moderne) curate dai giardinieri del parco.

Parc de Lilas

La caratteristica più interessante del parco è l’aspetto evolutivo, di anno in anno vengono ridefinite le azioni di manutenzione con la paesaggista, la squadra dei giardinieri e gli animatori. Quello che si faceva 10 anni fa non viene più fatto oggi. La gestione dello spazio è via via sempre più ecologica: riduzione del consumo di concimi, abbandono di pesticidi e diserbanti chimici e una particolare attenzione al consumo d’acqua. L’adozione di una gestione più sostenibile e meno bisognosa di cure e interventi da parte dei giardinieri ha permesso anche di ridurre i costi di gestione. Sono state ridotte le superfici a prato trasformate in pascoli o prati rustici con 2 tagli all’anno per la produzione di fieno.

Parc de Lilas 6

Per favorire la partecipazione sono state create delle giornate di concertazione previste per coinvolgere tutti gli utilizzatori del parco, cittadini e associazioni. Vengono organizzate azioni di animazione come le giornate di formazione sulla potatura dei meli o eventi come la festa della mietitura o la festa per la tosa delle pecore.

Parc de Lilas 4

Sul parco oltre al gruppo “Gli amici del parco” composta da 200 cittadini sono attive queste associazioni:
-l’associazione “Les croqueurs de pommes d’Île de France” che si occupano del meleto di varietà antiche divise per regione
-l’associazione “Planète Lilas” che ha l’obiettivo di favorire uno sviluppo economico solidale attraverso la produzione di ortaggi. Coltiva un ettaro di terreno e due volte alla settima vende i raccolti al pubblico
-l’associazione “FAIRE” che si occupa di reinserzione
-l’associazione “Couleur Lilas” che si occupa della produzione di frutta e verdura, si occupa degli animali (asini, pecore, cavalli, capre, galline) e produce miele e cidro del Parc des Lilas
-l’associazione “Ligue du coin de terre” che gestisce gli orti urbani

Parc de Lilas 3

Il budget del parco è di 400 000 € all’anno, ci sono 6 giardinieri, 6 persone che si occupano dell’accoglienza, vigilanza e pulizia e un referente per l’animazione.

Parc de Lilas 5

Se qualcuno fosse interessato alla visita ecco alcune informazioni: Parc des Lilas, rue Paul Armangot, Vitry-sur-Seine. Porte de Choisy, RN 305, RN7, sortie Vitry-sur-Seine. 01 43 99 82 80.

Su Flickr trovate l’album completo delle foto

Un pensiero su “Parc de Lilas

  1. Pingback: Jean Renaudie / Ivry sur Seine, Paris « federico novaro someday

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *