106

I semi di febbraio

Marie ci racconta l’attività di febbraio con le scuole.

A febbraio è l’ora di piantare

Prima di uscire Stefano ha dato qualche semplice spiegazione per la riuscita di un orto. Quali sono i tre gruppi di piante (di cui si possono utilizzare le radici, le foglie e i frutti)? Che cosa coltiviamo (programmazione/rotazione)? E come (tecnica)? E quando (calendario)?

Scuole elementari febbraio 2011 79

Prima di piantare, il terreno deve essere smosso e livellato. Tutti le mani nella terra. Bisogna sbriciolare le zolle: la terra deve respirare. I bambini erano o contentissimi di mettere le mani nella terra nera e umida o schizzinosi per paura di sporcarsi!

Scuole elementari febbraio 2011 104
Scuole elementari febbraio 2011
Scuole elementari febbraio 2011 30 Scuole elementari febbraio 2011 28 Scuole elementari febbraio 2011 105 Scuole elementari febbraio 2011 80 Scuole elementari febbraio 2011 34 Scuole elementari febbraio 2011 83

Ci sono due cassoni per classe e così ci siamo divisi in due gruppi. Il gruppo di Stefano si è occupato dei cassoni. Prima, hanno creato dei quadrati (30/30cm) con una corda e dei chiodi. Così suddiviso il cassone offre 12 spazi per coltivare.

Scuole elementari febbraio 2011 19 Scuole elementari febbraio 2011 68 Scuole elementari febbraio 2011 37 Scuole elementari febbraio 2011 38 Scuole elementari febbraio 2011 20 Scuole elementari febbraio 2011 55 Scuole elementari febbraio 2011 36 Scuole elementari febbraio 2011 39

Il passo successivo è stato piantare: semi di fave (enormi e verdi), di piselli (rotondi e fucsia) e spinaci (piccolissimi). Ma perchè i piselli sono fucsia? Perché sono di Barbie (in realtà un trattamento per evitare muffe).

Scuole elementari febbraio 2011 76 Scuole elementari febbraio 2011 95 Scuole elementari febbraio 2011 96 Scuole elementari febbraio 2011 12 Scuole elementari febbraio 2011 44 Scuole elementari febbraio 2011 45 Scuole elementari febbraio 2011 43 Scuole elementari febbraio 2011 97

Nel frattempo il mio gruppo si occupava del semenzaio. I bambini hanno preso in mano diversi semi: il basilico è piccolo piccolo e nero, il prezzemolo è un po’ più grosso, l’erba cipollina è più o meno come il basilico e le cappuccine sono grosse e chiare. In un terriccio da semina, più leggero rispetto al compost, i bambini hanno fatto un buco col dito, hanno messo il seme e sopra la terra. Questi semi hanno bisogno di stare al caldo. Li abbiamo portati in classe.
Attenzione, non dimenticare di annaffiarli!

Scuole elementari febbraio 2011 2 Scuole elementari febbraio 2011 7 Scuole elementari febbraio 2011 9 Scuole elementari febbraio 2011 10 Scuole elementari febbraio 2011 11 Scuole elementari febbraio 2011 18 Scuole elementari febbraio 2011 3 Scuole elementari febbraio 2011 8 Scuole elementari febbraio 2011 92 Scuole elementari febbraio 2011 71 Scuole elementari febbraio 2011 72 Scuole elementari febbraio 2011 62 Scuole elementari febbraio 2011 63

Poi abbiamo contribuito al compost con degli scarti portati da casa e con la raccolta delle foglie secche del giardino.

Scuole elementari febbraio 2011 101 Scuole elementari febbraio 2011 99 Scuole elementari febbraio 2011 98 Scuole elementari febbraio 2011 59 Scuole elementari febbraio 2011 60

Un pensiero su “I semi di febbraio

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>