85

Incontro con Bernadette Blanchon

Brevissimo incontro con Bernadette Blanchon, insegnante di scienze umane (storia delle città) all’Ecole du Paysage di Versailles.

Incontro con Bernadette Blanchon
Incontro con Bernadette Blanchon 2

E’ un buon modo quello di riflettere sulla mobilità, gli accessi e la fruibilità. Il fatto che le amministrazioni abbiano messo in primo piano la pista ciclabile renderà necessaria una riflessione anche a scala territoriale.

E sempre molto importante il lavoro a diverse scale: la scala territoriale, la scala del quartiere e la piccola-media scala, quella cioè di come realmente si fabbricano le cose.
Tenere insieme tutte le scale e la dimensione sociale per ideare soluzioni che permettano usi diversi per avere degli spazi verdi strutturanti capaci di accogliere agricoltura, orti associativi, fasce diverse di popolazioni e attività di vario genere. La mixité, obiettivo ormai perseguito in ogni progetto di paesaggio e urbanistica, è da intendersi sul lungo periodo, offrire cioè spazi in transizione capaci di evolversi e adattarsi al contesto.

Anche il fatto di sensibilizzare la popolazione nelle presa di coscienza del potenziale del proprio territorio si può rivelare molto proficuo, nel grand ensemble la Peupleraie ad esempio si è costituito un gruppo di abitanti che hanno creato un associazione per gestire il loro paesaggio in prima persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *